STORIA DI UNA PASSIONE CHE SI E’ FATTA CASA: L’ARCHITETTO SERGIO ELLI

Le qualità che contraddistinguono un professionista riconosciuto ed apprezzato, considerando il talento un dono riservato a poche menti illuminate nel corso della storia, sono certamente buona volontà e passione, che spingono oltre i limiti delle proprie capacità e portano a non misurare il lavoro con il metro del tempo ma della qualità nel compimento di ogni progetto.

Ed è proprio spinto dalla fiamma della passione che l’architetto Sergio Elli, allora giovane diplomato geometra e matricola della facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, comincia nel 1970 la sua carriera professionale, affascinato dal quel design di interni che nel periodo fioriva ed iniziava a suscitare le attenzioni delle persone più acculturate e attente, quelle che consideravano l’arredamento non un solo bisogno funzionale ma una vera e propria forma espressiva.

La possibilità di misurarsi con il mondo professionale arriva quasi subito, attraverso un incontro molto semplice con il dott. Galliani, della Galliani Host arredamenti. Galliani Host era un negozio dallo stile moderno, sito in Galleria Cristoforis nel centro di Milano, che si distingueva per la scelta delle finiture d’interni ed un’offerta commerciale fortemente indirizzata verso il nascente design italiano: Cucine Alberti, Sormani, Cinova, Tisettanta, Molteni e Cassina erano solo alcuni dei marchi trattati dallo showroom che veniva gestito in maniera visionaria da Galliani e dalla signora Pavesi. Il geometra Elli in particolare vede subito riconosciuta ed apprezzata la sua abilità di disegno a mano libera, una capacità fondamentale per gli arredatori dell’epoca che dovevano essere in grado interpretare e rappresentare i desideri dei clienti direttamente sulla carta, non avendo ancora a disposizione gli strumenti digitali oggi utilizzati in ogni ambito dell’arredamento e del design.

L’esperienza in Galliani Host rappresenta per Sergio Elli una crescita professionale interessante e significativa, che gli permette di acquisire tutti gli elementi necessari a seguire l’attività in tutte le sue fasi, dal progetto alla realizzazione, passando per la scelta dei materiali e la gestione delle risorse umane, con grande sensibilità nell’interpretazione della personalità e del gusto personale di ogni committente.

Con il bagaglio di competenze acquisito, e dopo aver conseguito la laurea in Architettura con tesi in urbanistica, nel 1976 l’architetto intraprende un nuovo e decisivo percorso, cominciando a lavorare per il marchio Driade presso il negozio di Rosy Riparato, sempre nel centro di Milano, già fulcro rappresentativo della cultura del design italiano. In questo nuovo impegno si trova a gestire a livello trasversale lo showroom, entrando in contatto con la figura dell’architetto Astori, fondatore e proprietario di Driade, che sarà poi fondamentale per il passaggio successivo della sua carriera.

Guidato dalla passione e forte dell’esperienza conseguita in quasi un decennio di arredamento, nel 1978 l’architetto Sergio Elli apre il primo negozio Misura Arredamenti a Milano, con il desiderio di applicare le sue idee e le sue visioni a sempre nuovi clienti sensibili ed appassionati allo stile moderno e razionalista del design italiano.

Il lavoro del progettista d’interni non rappresenta solo la sintesi delle conoscenze tecniche di un architetto, un geometra e un designer, bensì richiede il coinvolgimento e la comprensione della sfera emotiva, che ognuno di noi impiega nella costruzione della propria abitazione. Una casa non si compone di soli disegni, muri ed oggetti, ma ha un valore umano ed un impatto sulla nostra vita incomparabile con qualsiasi altro elemento che ne faccia parte. Perciò, in ogni progetto, noi di Misura arredamenti vogliamo conoscere la persona che lo abiterà, per aiutarlo a realizzare qualcosa che lo farà sentire sempre al centro, a Casa.

13 ott 2014

Sorry, the comment form is closed at this time.