Archiproducts Design Awards 2019: 100 nomi sul podio delle eccellenze del Design.

Scopriamo insieme i nostri vincitori.

Svelata la selezione dei prodotti che si aggiudicano la quarta edizione degli Archiproducts Design Awards, i premi che celebrano le eccellenze del Design.

In gara 700 prodotti canditati da 400 brand in tutto il mondo, distinti in categorie differenti che vanno dall’Arredo all’edilizia, passando per l’illuminazione e il Decor.

Oltre 60 i giurati tra i più interessanti Studi internazionali di Architettura, Designer, Fotografi, Editor e Art Director, provenienti da ogni parte del Mondo, chiamati ad esaminare ogni prodotto, valutandone qualità estetica e progettuale.

Una selezione complessa che ha premiato le 100 opere che si sono distinte per originalità e potere emozionale, sperimentazione ed innovazione, nonché capacità di dialogare con lo spazio, unendo funzionalità e bellezza.

Gli ADA delineano anche quest’anno un quadro aggiornato delle tendenze del design internazionale, in cui si affermano – nella categoria arredamento – molti dei Brand che Misura Arredamenti rappresenta da anni. Scopriamo insieme quali sono.

La poltrona Angie, disegnata da GamFratesi per Minotti.

Un elemento in cuoio disegna un’ala che abbraccia la poltrona, caratterizzata al suo interno dall’accogliente morbidezza della seduta e dello schienale. L’apparente semplicità del design nasconde un processo tecnologico avanzato per realizzare sia l’imbottitura a schiumature differenziate, sia il bustier in cuoio che segue perfettamente la linea curva della poltrona.

La sedia Ombra, disegnata da Piero Lissoni per Lema.

La profonda attività di ricerca su forme e materiali ha permesso lo sviluppo di una raffinata seduta capace di unire una innata leggerezza e una forte personalità.

Le linee che tratteggiano la struttura in metallo verniciato nero, sostengono la scocca che senza soluzione di continuità accoglie seduta e schienale.

Lo sgabello Strong, realizzato per Desalto su progetto di Eugeni Quitllet.

Il design pulito e consistente di Eugeni Quitllet adotta e caratterizza il tubo in acciaio curvato, che diventa anima strutturale di STRONG: “E’ l’idea di usare l’aria per dare forma a nuove idee, prendere la strada più breve per la soluzione attraverso una forma continua”.

18 nov 2019

Sorry, the comment form is closed at this time.

Related Posts